linguaggio

 

inserimenti più recenti in fondo alla lista

Potenza e impotenza nelle parole
Nomignoli e vezzeggiativi spesso usati come innocenti segni d’affetto hanno anche l’effetto di evocare con prepotenza in chi ne è oggetto parti molto giovani e non sviluppate, seducendolo a identificarsi con esse.

Leggere col corpo
Durante la lettura - come pure durante qualsiasi scambio ‘dal vivo’ con un interlocutore - il corpo rappresenta una valida fonte di informazioni su ciò che sta avvenendo dentro di noi.

'Dovere' e 'volere' nel corpo
Come si riflette dunque nel corpo il modo di parlare - o di scrivere - di un individuo ? E come cambia il modo di parlare quando cambia qualcosa dentro di sé ?...

Parole 'difettose'
Quando qualcuno ci segnala un ‘blocco’ fisico, energetico o psicologico, significa che probabilmente ci sta classificando come 'difettoso', cioè che non sta prendendo in considerazione l’intelligenza intrinseca dell’organismo.

Anche le parole hanno radici corporee
È come un codice genetico che permette di risalire alle parole originarie e con le parole si può riscoprire il senso originario, le visioni, le comprensioni, il rapporto tra l’uomo e il mondo

Occidente: lavoro come fatica
Gli antropologi, studiando le società cosiddette “primitive” hanno scoperto che nei loro linguaggi non esiste un termine che designi il “lavoro”.

Oriente: lavoro come festa
La parola thailandese ngan significa sia “lavoro” che “festa”.

Pensieri & parole
Per noi esseri umani è virtualmente impossibile percepire e provare una data esperienza se nel nostro vocabolario manca la parola che la designa...

Yield
Yield il vocabolario inglese ce la traduce con cedere, essere soffici, arrendersi e, in altre due accezioni, con dare la precedenza o dare frutto...

Slack
Slack si traduce più o meno con “lasco”: una fune allentata, ad esempio, è, ed ha, slack...

Lagom
Quando facevano la pausa pranzo, i Vichinghi si riunivano attorno al fuoco dell’accampamento per buttare giù un corno di idromele...

Potlatch
(parola Apache): l’atto di guadagnarsiil rispetto sociale attraverso il dono rituale delle proprie ricchezze...

TA
La parola ta arriva dalla lingua cinese

Kula (Trobriand Islands): il sacro, infinito processo dello scambio di doni
I grandi mercanti delle isole Trobriand hanno dimostrato come sia possibile attribuire un differente valore alla ricchezza...

Classici
Un linguaggio per esprimere ciò che il corpo sente.

Parlare col corpo
La scrittura creativa e l'autenticità delle parole scaturiscono solo da un contatto con se stessi e il proprio corpo.

La verità è nella pelle
Sulla necessità di alimentare con la parola l’esperienza dell’amore insiste anche la psicanalista L. Irigaray. Questa parola, però, deve restare legata al corpo, farsi tattile.

Veri e falsi intellettuali
L'intellettuale che si prende per Apollo non si rende conto del momento in cui il suo gergo sofisticato diventa un ostacolo alla chiarezza intellettuale.

La parola cancellata
Il divieto di tenere i telefonini accesi a scuola deve farci davvero riflettere. Equivale, infatti, al divieto di suonare la tromba durante le lezioni, o al divieto di praticare buchi nella cattedra con un trapano.

Pensieri attraverso i corpi
Siamo portati dal desiderio, capace di spostarci, di "farci andare verso". Sotto la sua influenza, racconta Jean-Luc Nancy, il nostro stesso corpo diventa emozione.

Wabi
E’ nata una parola, wabi, della quale non a caso nelle lingue occidentali manca un equivalente diretto, che individua la bellezza nelle cose modeste, semplici, incompiute, transitorie.

Ambiguo
Perchè "ambiguo" è un aggettivo stupendo.

L'anima delle parole
L’etimologia, volendo, ci può aiutare moltissimo.

Doppelganger
La maschera, che permette a un individuo di sganciarsi, è vividamente descritta da Edmund Gosse nella sua autobiografia, Padre e figlio.

La metis
Metis è il nome che i greci davano a quella forma di intelligenza non solamente cerebrale e che spesso è stata attribuita alle donne.

La piazzetta intorno al cuore
"trè donne intorno al cor mi son venute..."

Il tiaso
Il tiaso indica una festa campestre, festino e rituale religioso al tempo stesso, in cui ciascuno porta un contributo in natura

Il verbo innocuo
Il pericolo degli automatismi mentali di fronte a certe parole.

In cinta
In greco il fatto di essere incinta si può tradurre con "essere legata", e partorire con "essere slegata".